Open/Close Menu Costantiniano

Novembre 2017 aiuti umanitari per il Libano.

In tempi di crisi e di tensione politica mondiale, è necessario avere sempre una porta aperta alla speranza: il Marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, Presidente del “Corpo Internazionale di Soccorso – Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio”, responsabile dei programmi per lo sviluppo di azioni per l’accoglienza e solidarietà su tutto il territorio nazionale ed internazionale, ha preparato una nuova missione umanitaria in Libano che avrà luogo nelle prossime settimane; partirà da Pesaro grazie all’instancabile interessamento del Delegato C.I.S. delle Marche, il Dott. Paolo Gorga, che ha all’attivo numerosi progetti umanitari di solidarietà in ambito nazionale ed internazionale.
“Portiamo il nostro aiuto ai tanti bisognosi, incontriamo tante realtà, e cerchiamo di instaurare buone relazioni: nel contesto anche medio-orientale. Il nostro approccio – spiega il Dott. Gorga – ha un carattere profondamente morale: per me è come un pellegrinaggio, un incamminarsi per incontrare il Cristo povero, sofferente, malnutrito, portando ciò che è più importante, come ci ricorda Papa Francesco: la misericordia e l’amore di Dio”.
Il Presidente del Corpo Internazionale di Soccorso, e il Delegato del C.I.S. delle Marche Dott. Paolo Gorga responsabile della missione insieme ai volontari del Corpo Internazionale di Soccorso SMOCSG stanno collaborando con Brigata Paracadutisti Folgore che dal 17 ottobre u.s. è impegnata nell’operazione “LEONTE XXII” in Libano, e proprio in questi giorni sta ultimando lo schieramento delle proprie unità nel territorio libanese guidate dal Generale di Brigata Rodolfo Sganga, Comandante in patria della Brigata Paracadutisti Folgore, che ha assunto il Comando del Settore Ovest della Missione UNIFIL.
Continua così l’attività umanitaria a favore della popolazione libanese, iniziata nel settembre 2014 con il Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°) di Salerno, proseguita con la Brigata Alpina “Taurinense”, la Brigata Sassari ed oggi con la Brigata “Folgore” con un nuovo progetto, contribuendo a consolidare il prestigio del Corpo Internazionale di Soccorso.
Il giorno 9 novembre il Cav. Paolo Gorga, unitamente ai Volontari C.I.S. Dott. Pietro De Donno, Sig. Marco Clemente e Sig. Luca Toni hanno consegnato alla Brigata “Folgore” il seguente materiale:
 Nr. 4 sollevatori per disabili;
 Nr. 1 carrozzina elettrica;
 Nr. 5 seggioloni polifunzionali;
 Nr. 5 carrozzine rigide;
 Nr. 10 carrozzine pieghevoli;
 Nr. 2 standy;
 Nr. 3 seggioloni bambino;
 Nr. 2 passeggini adulti;
 Nr. 10 deambulatori pieghevoli.
In particolare, “LA BRIGATA FOLGORE” sotto l’egida delle Nazioni Unite, ai sensi della risoluzione 1701/2006, avrà il compito di monitorare la cessazione delle ostilità tra lo Stato libanese ed israeliano, assicurando altresì adeguato supporto alle popolazioni in difficoltà di quei territori già martoriati dal conflitto.
Una delle sfide più importanti sarà proprio quella di contribuire alla ricostruzione del tessuto sociale mediante la Cooperazione Civile-Militare (Ci.Mi.C.) in favore della popolazione e autorità/istituzioni locali, promuovendo importanti iniziative a supporto della popolazione locale che hanno visto migliaia di assistiti nelle Medical Care, centinaia di frequentatori ai corsi educativi organizzati e decine di progetti umanitari sviluppati. Il Corpo Internazionale di Soccorso e la sua organizzazione, sono felici di potersi avvalere della collaborazione della Brigata Folgore, fiore all’occhiello dell’Esercito Italiano.

Commenti Facebook

commenti

Scrivi un commento:

*

Il vostro indirizzo mail non sarà pubblicato.

© Corpo Internazionale di Soccorso - Sacro Militare Ordine Costantiniano